img
C.T.A.  17 Lug 2014
Il Centro turistico delle Acli vuole fare qualcosa di concreto per dare un aiuto a Lampedusa, splendida isola del mar Mediterraneo, tra l’estremità sud della Sicilia e le coste africane, che tanto si è dimostrata generosa in momenti veramente critici, quando è stata al centro dell’attenzione a seguito di numerosi sbarchi di immigrati.
L’isola, la più estesa dell'arcipelago delle Pelagie, luogo di straordinaria bellezza, con un mare di un azzurro mozzafiato e un clima molto confortevole, ora è tornata ad essere semplicemente un bellissimo luogo di villeggiatura, ideale per le vacanze di tutta la famiglia. Per questo il CTAcli ha pensato di proporre ai propri soci, dei “pacchetti vacanza settimanali” destinati proprio alle famiglie, nei mesi di settembre e ottobre, con partenza dagli aeroporti di Bergamo o Milano Malpensa e volo diretto sull’isola, a prezzi decisamente abbordabili.
Ora, infatti, gli sbarchi non ci sono più, poiché, con l’avvio dell’operazione “mare nostrum” varata l’autunno scorso dal Governo, le imbarcazioni vengono intercettate direttamente in alto mare e gli immigrati destinati in località diverse. L’isola agrigentina è tornata bella e pulita come prima, ma i lampedusani hanno bisogno di riprendere la loro vita di sempre.
Non chiedono denaro o altri interventi, vogliono solo poter lavorare e per loro il lavoro è legato all’accoglienza turistica. Per questo hanno chiesto al Centro Turistico Acli a livello nazionale, di impegnarsi per prolungare il periodo di villeggiatura anche nei mesi di settembre e ottobre, che in quel luogo si presentano con un ottimo clima, l’acqua marina calda e accogliente e un ambiente naturale di grande fascino.
Durante un incontro nazionale svoltosi dal 18 al 20 giugno proprio a Lampedusa, i vertici del CtAcli, tra cui il presidente nazionale Pino Vitale e il vice presidente, il dronerese Gabriele Polla, con alcuni altri dirigenti, tra cui il cuneese Bruno Massa, componente del Comitato nazionale CtA, hanno accolto l’invito del sindaco Giusi Nicolini, del vice Damiano Sferlazzo e del parroco del luogo, don Mimmo Zambito, a verificare insieme la realizzazione del progetto “I love Lampedusa” (Io amo Lampedusa) per concorrere alla ripresa dell’economia dell’isola.
“L’offerta del pacchetto vacanze è un modo per aiutare i lampedusani - dice Bruno Massa -; chiedono solo lavoro ed è questo che noi desideriamo fare per loro, offrendo allo stesso tempo ai nostri soci un’opportunità di vacanza davvero interessante, in strutture ottime e adeguatamente attrezzate, in un periodo tranquillo e molto gradevole dal punto di vista climatico e paesaggistico”.
Il CtAcli ha anche in progetto, per il futuro, di aprire a Lampedusa un proprio punto informativo e, per la prossima estate, di avviare un campo di lavoro per giovani.
Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi al CtAcli, piazza Virginio n. 13, tel. 0171-452611; info@ctacuneo.it.
Cuneo 15 luglio 2014
img
C.T.A.  03 Apr 2013
Le ACLI di ASTI, il CTA (Centro Turistico Acli) di Asti e il CENTRO CULTURALE CITTADINO SAN SECONDO
presentano

CUORI NEL POZZO
un romanzo di ROBERTA SORGATO

10 APRILE 2013, ore 21.00
Centro culturale cittadino san Secondo
v. G. Carducci, 24 - Asti


Sarà presente l'autrice,
con cui converserà

MASSIMO TARASCO
presidente regionale delle ACLI PIEMONTE

La presentazione è corredata dalla proiezione di un filmato
che racconta la storia dell'emigrazione italiana in Belgio.

"Cuori nel pozzo, che rievoca le condizioni di vita precedenti alla grande trasformazione degli anni Sessanta del Novecento, e la durissima realtà vissuta dagli emigrati italiani nelle miniere di carbone del Belgio, è un omaggio rivolto ai tanti che consumarono le loro vite fino al sacrificio estremo, per amore di quanti erano rimasti a casa, ad aspettarli. Pagine spesso commosse, dedicate a chi lasciò il paese cercando la propria strada per le vie del mondo. L'Italia li ha tenuti a lungo in conto di figliastri, dimenticandoli. La difficoltà di comunicare, le enormi lontananze, hanno talvolta smorzato gli affetti, spento la memoria dei volti e delle voci. Mentre in giro per l'Europa e oltre gli oceani questi coraggiosi costruivano la loro nuova vita. Ciascuno con la nostalgia della contrada natale, dove si cela anche un po' di rancore verso la patria che li ha costretti a partire. Qualcuno fa i soldi, si afferma, diventa una personalità. Questi ce l'hanno fatta, tanti altri consumano dignitosamente la loro vita nell'anonimato. Altri ancora muoiono in fondo a un pozzo, cadendo da un'impalcatura, vittime dei mille mestieri pesanti e pericolosi che solo gli emigranti accettano di fare.
Ma sempre con onore. E il loro ricordo resta affidato alle famiglie. Ora che cinquant'anni ci separano dalla nostra esperienza migratoria, vissuta dai predecessori per un buon secolo, la memorialistica si fa più abbondante.
Esce dalla pudica oralità dei protagonisti, e grazie ai successori,
più istruiti ed emancipati si offre alla storia comune attraverso le testimonianze raccolte in famiglia.
Con la semplicità e l'emozione che rendono più immediata e commossa la conoscenza. "
(Ulderico Bernardi)

INGRESSO LIBERO

Roberta Sorgato, insegnante e scrittrice (www.robertasorgato.it), nella mattinata dell'11 aprile terrà anche, sempre presso il Salone del Centro culturale san Secondo, un incontro con le scuole medie superiori.
Parteciperanno studenti degli Istituti Casa di Carità, A. Monti e G. Penna di Asti.
Dato l'alto interesse suscitato dall'argomento trattato, i posti disponibili per l'incontro con gli studenti sono esauriti.
img
C.T.A.  27 Apr 2011
Si è svolto nei giorni scorsi il IV Congresso Provinciale del Centro Turistico ACLI (C.T.A.) di Torino.

Dopo il saluto del Presidente delle ACLI di Torino Roberto SANTORO, del Presidente del C.T.A. del Piemonte Luca SCALONE, e la relazione introduttiva di Massimo TARASCO Presidente Prov.le del C.T.A., si è sviluppato un ricco dibattito caratterizzato da numerose testimonianze di delegati e delegate dei Gruppi C.T.A. di Torino e provincia e dall’intervento di diversi dirigenti delle ACLI e dei settori e servizi del movimento.

Insieme alla verifica positiva del cammino percorso nel quadriennio, si sono delineate le linee per l’impegno futuro riassunte nella mozione approvata all’unanimità (v. testo integrale allegato) di cui seguono gli elementi principali:

«Il turismo promosso dal C.T.A. assume le caratteristiche proprie delle ACLI di cui solidarietà, so-stenibilità e responsabilità consapevole, sono valori fondativi.
Il turismo responsabile rappresenta lo strumento utile per costruire democrazia, partecipazione, relazioni “giuste”, rispetto dell’ambiente e pace.
Resta importante estendere sempre più le opportunità di incontro e conoscenza, soprattutto fra le realtà più popolari che rischiano maggiormente di essere escluse da tali percorsi.
In questo senso, per il C.T.A., il turismo rappresenta una via educativa per creare legami, cono-scenza e rapporti umani segnati dalla fraternità, in particolare, tra le fasce più popolari.
In un tempo in cui i confini geografici, sociali e etnici tendono a essere vissuti più come muri invalicabili che come opportunità, il C.T.A. promuove il “Turismo sociale” come concreto strumento di “conoscenza” offrendo un percorso esperienziale, spirituale e culturale al fine di creare un “nuovo umanesimo”.

Il Congresso si è concluso con l’elezione della nuova Presidenza provinciale che guiderà il C.T.A. di Torino per il prossimo quadriennio:
Massimo TARASCO Presidente
Maria AYASTA Vice Presidente
Marco CALVETTO
Giuseppe CANDELA
Bruno CERRATO
Simona SOLA
Manuela VERGNANO


Ringraziando se ne vorrete dare notizia, si porgono cordiali saluti.

Torino, 21 aprile 2011
img
C.T.A.  08 Apr 2011
Dopo quattro anni caratterizzati da diverse iniziative turistiche e attività ricreative che hanno coinvolto i diversi settori del Sistema delle ACLI nella Provincia  di Torino e creato occasioni di nuova aggregazione sul territorio e di rinnovamento associativo, sono iniziate in queste settimane le Assemblee tra i soci in preparazione ai diversi appuntamenti Congressuali del CTA nei vari livelli dell’associazione.

Il primo appuntamento è Il IV Congresso Provinciale CTA previsto per sabato 16 aprile alle ore 9,30 presso la Sala “L. Labor” in Via Juvarra, 16/b a Torino, che sarà l’occasione da un lato per verificare il cammino fatto nei quattro anni passati e decidere insieme le prospettive future e dall’altro per rinnovare il gruppo dirigente per i prossimi anni.
Tutte le note logistiche e organizzative le trovate nel Programma allegato.

Vi invito ad essere presenti ai nostri lavori, per l’apporto di riflessioni che vorrete portare e a telefonare alla Segreteria del CTA Provinciale (tel. 011/5712889 – 811) per confermare la vostra partecipazione entro giovedì 14 aprile.

Programma

IV congresso provinciale CTA Torino
TURISMO SOCIALE, STRUMENTO DI CONOSCENZA PER UN NUOVO UMANESIMO


h 9,30 - Apertura dei lavori
- Nomina della Presidenza
- Adempimenti formali
- Saluto del Presidente ACLI Torino
Roberto Santoro
- Saluto del Presidente CTA Piemonte
Luca Scalone
- Relazione del Presidente Prov. CTA
Massimo Tarasco

h 11,00 - Dibattito
(sono previste alcune testimonianze
dei Gruppi CTA e dei Settori ACLI)
...