Foto notizia 'LAVORO E STATO SOCIALE AI TEMPI DELL’ECONOMIA DIGITALE. A Torino il 10 Giugno.'
Notizie  06 Giu 13.03
Il Novecento ha prodotto un lavoro, spesso duro e dequalificato, ma tutelato. Il XXI secolo sembra rimettere tutto in discussione. Come cambia il lavoro umano a fronte dei profondi mutamenti in corso, influenzati o determinati dall'impiego delle nuove tecnologie digitali e dalla deregolamentazione delle norme in materia? Quali conseguenze hanno sull’aumento delle diseguaglianze? Come reagiscono a questi mutamenti le fasce meno protette, ed in particolare le donne? È plausibile la tesi che aumenta la qualità di molti lavori, ma peggiorano i rapporti di lavoro? È vero che in molti nuovi lavori gestiti dalle piattaforme digitali (da Uber a Foodora, al caso di Amazon Mechanical Turk) si assiste ad un ritorno del lavoro a cottimo? Il welfare aziendale rischia di erodere le basi del welfare pubblico universale?

Ne discuteremo a partire dalla recensione di Fulvio Perini di alcuni libri sull’argomento apparsi nel numero di giugno de L’Indice.

LAVORO E STATO SOCIALE AI TEMPI DELL’ECONOMIA DIGITALE
LUNEDÌ 10 GIUGNO 2019 ORE 17.30
POLO DEL ‘900, SALA DIDATTICA VIA DEL CARMINE 14, TORINO

FULVIO PERINI, già dirigente sindacale e animatore del sito workingclass.it PRESENTA

Vincenzo Comito, L'economia digitale, il lavoro, la politica, Ediesse, 2018
IREF-ACLI (a cura di), Valore lavoro. Strategie e vissuti di donne nel mercato del lavoro, Rubbettino, 2018
Alessandro Somma (a cura di), Lavoro alla spina, welfare à la carte. Lavoro e Stato sociale ai tempi della gig economy, Meltemi, 2019

Ne discutono
ROBERTO LAMACCHIA, Associazione Giuristi Democratici
EDI LAZZI, Segretario FIOM Torino
FEDERICA VOLPI, Dipartimento Studi e Ricerche delle Acli
Coordina
GIAN CARLO CERRUTI, Università degli Studi di Torino

Le ACLI Piemonte vi invitano a partecipare
In gestione allegati il volantino.
Foto notizia 'Seminario PSL Piemonte su “Diritto al futuro e responsabilitą condivise. A 4 anni dalla Laudato Si”'
Notizie  29 Maggio 17.00
Si svolgerà a Torino Sabato 8 giugno 2019 dalle ore 8.30 alle ore 17.00 presso la Fabbrica delle “e” in corso Trapani 95 il seminario dell’Ufficio  Piemontese  Pastorale  Sociale  e  del  Lavoro su “Diritto al futuro e responsabilità condivise. A 4 anni dalla Laudato Si”.
Il seminario rientra nella Rassegna #vettoridisostenibilità 2019. Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile”, promossa da Regione Piemonte, IRES Piemonte e ARPA Piemonte sulla quale le ACLI Piemonte sono impegnate da tempo così come, ovviamente, nella Pastorale Sociale e del Lavoro piemontese.

Un appuntamento importante per tutte le ACLI del Piemonte, frutto di un percorso di approfondimento, che vi invitiamo a non perdere.
In gestione allegati il volantino con tutte le notizie logistiche.
Foto notizia 'Sabato 18 maggio "Vercelli-Piemonte-Europa. Tra scelta e consapevolezza"'
Notizie  15 Maggio 10.27
Le ACLI di Vercelli organizzano Sabato 18 maggio 2019 alle ore 16.00 presso il Bar Cavour in Piazza Cavour n. 1 a Vercelli (Sala interna – 1° piano) un dibattito attorno al libro di Antonio Zotti
Lo “strano animale” Che cos’è, come è fatta, a cosa serve l’Unione europea. Introduce Michele Pretti Presidente ACLI Vercelli. Si confrontano con l’autore Antonio Zotti (Docente di Istituzioni Europee presso l’Università Cattolica di Milano): Roberto Rossini Presidente nazionale delle ACLI e  Luigi Bobba Candidato al Consiglio Regionale del Piemonte. Modera Luca Sogno direttore Corriere Eusebiano. 

Anche questo incntro è all’interno del percorso di "Pedagogia Popolare"promosso dalle ACLI Piemonte, in preparazione delle Elezioni Regionali ed Europee del maggio prossimo. L’obiettivo di questo percorso è di sostenere i momenti di sensibilizzazione e confronto che si realizzano nelle Province Acliste Piemontesi, con il coinvolgimento delle comunità locali e in rete con le realtà sociali territoriali.

Si invita la cittadinanza alla più ampia partecipazione.

La Presidenza Regionale ACLI Piemonte


In gestione allegati il volantino
Foto notizia 'Il 20 Maggio a Cuneo manifestazione "Per un Europa Accogliente e Solidale" '
Notizie  14 Maggio 19.38
Si svolgerà a Cuneo il 20 Maggio alle ore 20.45 presso il Varco&Auditorium Foro Boario Via Carlo Pascal 5L la manifestazione, convocata dalle ACLI di Cuneo, Agesci, ANPI, Apice, Caritas, Justitia e Pax,LVIA, Comunità di Manbre, Spazio Mediazione e Intercultura, Micò, scuola di Pace in collaborazione con EuropeDirect, per sollecitare l'oponione pubblica a costruire un Europa accoglienta e solidale.
La manifestazione, in vista delle elezioni europee del 26 Maggio, ha, come fulcro, il manifesto che le associazioni hanno elaborato per contribuire come società civile al futuro dell'Europa. Una forte assunzione di responsabilità all’altezza delle sfide che chiediamo all’Unione di affrontare.

Questi incontri sono anche all’interno del percorso di "Pedagogia Popolare"promosso dalle ACLI Piemonte, in preparazione delle Elezioni Regionali ed Europee del maggio prossimo. L’obiettivo di questo percorso è di sostenere i momenti di sensibilizzazione e confronto che si realizzano nelle Province Acliste Piemontesi, con il coinvolgimento delle comunità locali e in rete con le realtà sociali territoriali.

Si invita la cittadinanza alla più ampia partecipazione.

La Presidenza Regionale ACLI Piemonte


In gestione allegati il volantino e il manifesto
Foto notizia 'AD ASTI IL 13 MAGGIO alle 18,30: "DIALOGHI SULL’EUROPA CHE VERRĄ"'
Notizie  08 Maggio 09.57
Si svolgerà ad Asti il 13 Maggio alle 18,30 l’iniziativa delle ACLI provinciali e regionali e del Circolo ACLI Foyer delle Famiglie denominata "Dialoghi sul futuro dell’Europa" con Domenico Quirico, Stefano Tassinari e Massimo Tarasco. L’incontro si svolgerà, come sempre, presso il circolo ACLI di via Milliavacca 5 ad Asti.

Questi incontri sono anche all’interno del percorso di "Pedagogia Popolare"promosso dalle ACLI Piemonte, in preparazione delle Elezioni Regionali ed Europee del maggio prossimo. L’obiettivo di questo percorso è di sostenere i momenti di sensibilizzazione e confronto che si realizzano nelle Province Acliste Piemontesi, con il coinvolgimento delle comunità locali e in rete con le realtà sociali territoriali.

Si invita la cittadinanza alla più ampia partecipazione.

La Presidenza Regionale ACLI Piemonte


In gestione allegati il volantino
Foto notizia 'L’11 Maggio a Torino: "La deriva populista dei continenti" con Frei Betto e Don Luigi Ciotti '
Notizie  06 Maggio 09.29
 “La deriva populista dei continenti. La partecipazione come strumento di coinvolgimento per i giovani e argine contro il dilagare dei nazionalismi nel mondo”, in programma
Sabato 11 maggio 2019 dalle 10.00 alle 12.30 Presso la Fabbrica delle E Corso Trapani, 91/b - Torino sarà una  mattinata di confronto per conoscere la vita, le opinioni e le esperienze di servizio al fianco dei più deboli di un importante testimone del Brasile, Paese di forti contraddizioni, quale è Frei Betto che ha promosso la costituzione di numerose esperienze di formazione e impegno civile per i giovani, in dialogo con don Luigi Ciotgti  fondatore del Gruppo Abele e di Libera.
Un contributo importante, di formazione e approfondimento, alla vigilia della nuova tornata elettorale e in un momento di estrema fragilità del cantiere Europa e delle democrazie in tutto il mondo. Una riflessione quanto mai necessaria per un’organizzazione sociale come la nostra che ha come propri fondamenti il riconoscimento dei diritti dei lavoratori e delle persone più fragili; la costruzione di spazi e percorsi di accoglienza della diversità; una fede concreta, fortemente orientata verso l'azione sociale, in una logica di Chiesa aperta e povera.

Questa iniziativa è promossa da ACLI TORINO insieme a AGESCI Rover e Scolte Zona Torino, AZIONE CATTOLICA TORINO, CAROVANE MIGRANTI, CISV, ENAIP PIEMONTE, IPSIA, ISCOS PIEMONTE, UFFICIO PASTORALE SOCIALE E DEL LAVORO, SOLIDARIETÀ PER IL GUATEMALA ONLUS.

Questi incontri sono anche all’interno del percorso di "Pedagogia Popolare"promosso dalle ACLI Piemonte, in preparazione delle Elezioni Regionali ed Europee del maggio prossimo. L’obiettivo di questo percorso è di sostenere i momenti di sensibilizzazione e confronto che si realizzano nelle Province Acliste Piemontesi, con il coinvolgimento delle comunità locali e in rete con le realtà sociali territoriali.

Si invita la cittadinanza alla più ampia partecipazione.
5x1000
Progetti
Contributi da enti pubblici
Foto notizia ' #5x1000 Acli: "Non siamo tutti uguali, come fai a non vederlo?"' #5x1000 Acli: "Non siamo tutti uguali, come fai a non vederlo?"
"Non siamo tutti uguali, come fai a non vederlo? Insieme alle Acli contro povertà e diseguaglianza". Questo il focus della campagna 5x1000 per l’anno 2015.
La povertà e la disuguaglianza in Italia interessano, oltre alle fasce sociali deboli, anche una parte sempre crescente del mondo del lavoro, sia dipendente sia autonomo. Realtà un tempo ritenute al riparo dal rischio di disagio sociale, oggi ne sono colpite. Per far fronte a questa situazione le Acli propongono una piattaforma di proposte politiche ed una serie di attività concrete sul territorio nazionale e internazionale.
Tra le proposte politiche più significative il Reddito di inclusione sociale (Reis) promosso assieme alla “Alleanza contro la povertà” e l’integrazione dei trattamenti pensionistici al minimo vitale promosso assieme alla Fap Acli. La condizione di povertà e diseguaglianza limita le opportunità e rende le persone “invisibili” Per questo l’invito è ad “aprire gli occhi”, riconoscere le situazioni nelle quali povertà e disuguaglianza si manifestano e a impegnarsi in un protagonismo attivo utilizzando tutte le opportunità di scelta. Compreso la scelta di impegnarsi e di scegliere a chi destinare il proprio 5xmille.
Più di un centinaio i progetti territoriali realizzati ogni anno. Una piccola parte legata alle attività internazionali di volontariato e cooperazione e il resto diffuso sul territorio nazionale.
Ne emerge una mappatura territoriale di criticità e nuove povertà ma anche di persone che hanno scelto di impegnarsi per contrastarle.

Cos'è il 5x1000
Ogni anno lo Stato Italiano destina una quota delle tue imposte (il 5x1000 dell’Irpef) a supportare enti che svolgono attività socialmente rilevanti.
Scegliere a chi destinare questa quota è molto semplice ma soprattutto è gratis.Non farlo lascia automaticamente la tua imposta nel bilancio generale dello Stato.
La scelta non è alternativa a quella di destinazione dell’8xmille. Si possono fare entrambe.

Come devolvere il 5x1000
Per esprimere la tua scelta basta una firma al momento della dichiarazione dei redditi, sul Modello Unico o sul Modello 730.
Chi è dispensato dall’obbligo di presentare la dichiarazione può comunque scegliere con l’apposita scheda allegata al CU.
Il riquadro da firmare è quello destinato alle Associazioni di Promozione Sociale e il codice fiscale da inserire è 80053230589.

Partecipa e condividi
Aiutaci a promuovere l'azione sociale delle Acli attraverso la scelta del 5x1000.

#Sceglitu
Foto notizia 'Progetto Pegaso: primi appuntamenti per promuovere l’associazionismo tra gli immigrati' Progetto Pegaso: primi appuntamenti per promuovere l’associazionismo tra gli immigrati
Il progetto PEGASO, finanziato dal Fondo Europeo per l’Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi 2007–2013, intende favorire il protagonismo delle associazioni e dei cittadini e delle cittadine immigrati e immigrate, sostenendo il ruolo delle associazioni e dei cittadini stranieri come agenti per promuovere lo sviluppo del loro capitale umano e sociale e della loro integrazione socioculturale, economica, civile sul territorio dell’Astigiano. Il progetto è promosso dalle ACLI Piemonte, Enaip Piemonte, PIAM onlus - Progetto Integrazione Accoglienza Migranti, LA STRADA SCS e JOKKO SCS.

Alla rete di progetto hanno aderito, oltre alle ACLI Astigiane anche il Comune di Asti, la Commissione Diocesana Migrantes di Asti e l’Associazione Daleialei - Donne associate liberamente e in accoglienza di lei - sempre di Asti.

Sabato 4 Ottobre si svolgeranno i primi due workshop:

• dalle 10 alle 13 ad ASTI presso il Centro culturale San Secondo Via Carducci 22
• dalle 16 alle 19 a CANELLI (Asti) presso Centro San Paolo Viale Italia 15

Questi appuntamenti vogliono essere un primo momento di scambio finalizzato a condividerecriticità, fabbisogni, potenziali ambiti di collaborazione con i cittadini stranieri.

Chi fosse interessato può contattare il

Centro Culturale Cittadino San Secondo
Via Carducci 22 -ASTI
Tel .0141354030
progettopegaso@aclipiemonte.it
Foto notizia 'Contributi 2018' Contributi 2018
Nel 2018 non risultano contributi da enti pubblici.
Foto notizia 'Volti dal Progetto FAMI INTERAZIONI-ASSOCIAZIONI'
Editoriali  29 Nov 2018
La presentazione delle foto scatatte durante il Progetto INTERTAZIONI-AssociAzioni realizato dalle ACLI Piemonte per la Regione Piemonte.



 


 
Foto notizia 'FAMI INTERAZIONI-ASSOCIAZIONI... Un percorso lungo un anno!'
Editoriali  29 Nov 2018
 Un percorso lungo un anno, di incontri, attese, progetti, volti e ricchezze. Ecco il video del progetto FAMI INTERAZIONI-AssociAzione che le ACLI Piemonte hanno realizzato per conto della Regione Piemonte nel territorio di Cuneo. Una splendita esperienza che cerchiamo di ripercorrere in 15 minuti di testimonianze e immagini. Un grazie ad Andrea Icardi che lo ha realizzato.
 
 
 
 
Foto notizia 'ACLILine-La newsletter del Sistema ACLI Piemonte Maggio 2019'
Sviluppo Associativo  22 Maggio 16.12
E’ uscito il numero di Maggio 2019 di ACLIline -La newsletter del Sistema ACLI Piemonte.

Anche questo mese dedichiamo uno spazio al tema delle elezioni Regionali e di quelle Europee in vista del voto che si terrà Domenica 26 Maggio 2019.

Trovate il pdf in gestione allegati

BUONA LETTURA

Il Referente Comunicazione Sistema ACLI Piemonte
Fabio Protasoni

La Segreteria Reg.le Sistema ACLI Piemonte
Adriana Nitto
Foto notizia 'MASSIMO TARASCO ELETTO PRESIDENTE DELLE ACLI PIEMONTE'
Congresso regionale  02 Maggio 2016
Si è riunito, Venerdì 29 Aprile 2016 a Torino, il Consiglio Regionale delle ACLI Piemonte eletto dal recente Congresso Regionale con all’ordine del giorno la nomina degli organi statutari. Il Consiglio ha eletto, all’unanimità, Presidente Regionale per il quadriennio 2016-2020 l’uscente MASSIMO TARASCO che inizia così il suo secondo mandato alla guida dell’associazione.
Massimo Tarasco, 52 anni di Torino, sposato con due figli, ha guidato le ACLI Piemonte dal 2012 sostenendo in particolare i processi di integrazione del Sistema Aclista Regionale (Circoli, Patronato, EnAIP, CAF, ACLI Colf, CTA, FAP ACLI, US ACLI, cooperazione sociale...), l’impegno sui temi del lavoro, del welfare, la battaglia per l’introduzione di politiche attive contro la povertà, tenendo sempre insieme momenti di formazione con l’azione sociale.
Il Presidente TARASCO, ringraziando per la rinnovata fiducia, ha ribadito il bisogno di affrontare la fase che stiamo attraversando nella continuità di ACLI Piemontesi coese e determinate.
“I risultati che abbiamo raggiunto nei quattro anni passati sono arrivati perché abbiamo investito su un vero “gioco di squadra” a livello Regionale, nella comune consapevolezza che “l’essersi riconosciuti” vicendevolmente fra Province e Settori del nostro Sistema Aclista, è stata la condizione essenziale per le sfide che abbiamo affrontato insieme”
Tutti i Consiglieri intervenuti hanno convenuto nel dare un giudizio molto positivo del XIII Congresso Regionale svoltosi a Cuneo il 16 e 17 Aprile e sottolineato positivamente i contenuti programmatici e politici che sono emersi. Ora le ACLI Piemontesi si apprestano a vivere insieme il 25° Congresso Nazionale che si svolgerà a Livorno dal 5 all’8 Maggio e che concluderà il lungo percorso democratico dell’associazione.

TORINO, 2 MAGGIO 2016


In gestione allegati le foto del Consiglio
Foto notizia 'Dal 5 all’8 maggio prossimi il XXV Congresso Nazionale delle Acli'
Congresso regionale  28 Apr 2016
Roma, 28 aprile 2016 - «Niente paura. Con le Acli attraversiamo il cambiamento» è il titolo del XXV Congresso nazionale delle Acli (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) che si aprirà a San Vincenzo (Livorno) tra una settimana, giovedì 5 maggio e proseguirà fino a domenica 8 maggio prossimi.
Per la venticinquesima volta nel corso della loro storia settantennale le Acli celebrano il Congresso per dibattere i temi prioritari dell'agenda sociale e civile del Paese: dalla riforma del welfare alla previdenza, alla lotta alla povertà, al lavoro e alla partecipazione democratica.
I lavori del Congresso si apriranno giovedì pomeriggio 5 maggio, mentre venerdì mattina ci sarà la relazione del presidente nazionale Gianni Bottalico. Sabato e domenica, infine, le votazioni del Presidente e del Consiglio Nazionale. Nel corso dei lavori sono previsti, insieme ai saluti istituzionali, gli interventi di numerosi ospiti del mondo dell'associazionismo, del terzo settore, della politica.
L'hashtag per le reti sociali del Congresso è #AcliNientePaura
www.acli.it
Il Congresso si svolge al Garden Club Toscana, in Via della Principessa km. 17,500 - San Vincenzo (LI).
Foto notizia 'Si č concluso il XIII CONGRESSO REGIONALE ACLI PIEMONTE'
Congresso regionale  18 Apr 2016
Si è concluso ieri a Cuneo il XIII Congresso regionale delle ACLI Piemonte.
Tre giornate intense con il prologo del convegno su “Dopo JOBS ACT in Piemonte: tra Lavoro e Formazione Professionale” organizzato da ACLI Piemonte con EnAIP Piemonte svoltosi Venerdì 15 Aprile. Importanti le interlocuzione e gli ospiti che hanno voluto essere presenti alle varie parti dell’iniziativa. Venerdì il Sottosegretario Al Lavoro Gigi Bobba e l’Assessore Regionale Gianna Pentenero hanno risposto alle sollecitazioni del Presidente Regionale Massimo Tarasco e del Presidente di Enaip Piemonte Luca Sogno sul tema del lavoro in Piemonte. Insieme a Marco Canta portavoce del Forum Del Terzo Settore e a Marcello Maggi della segreteria regionale della CISL si è cercato di mettere a tema l’impatto della crisi occupazionale in Piemonte e gli effetti della nuova normativa.
Sabato il Congresso è entrato nel vivo con la relazione del Presidente Tarasco.
“Mi piacerebbe” - ha esordito il Presidente - “che questo Congresso, senza perdere di vista il proprio compito di verifica politica e organizzativa del quadriennio passato e quello di analisi e di programmazione di quello futuro, trovasse il tempo e la forza di “ri-portare al cuore”... “l’anima delle ACLI”...il senso profondo e più autentico del nostro stare insieme.Crisi economica, terrorismo, guerre, razzismo, violenza, sfruttamento, miseria, corruzione, mettono a rischio l’anima della nostra stessa società. Spingono alla disgregazione sociale, all’individualismo, alla rassegnazione e all’indifferenza.”
In particolare il presidente Tarasco si è soffermato, nella sua relazione, sul tema dell’Europa e della crisi economica e italiana:
“A fronte di un progetto di unione politica ed economica che ha spinto i padri fondatori a tentare una impresa storica, l’Europa di oggi, pur rimanendo una conquista preziosa fatta di pace e prosperità, è ferma sul piano dell’integrazione istituzionale, su quello dell’espansione economica e, soprattutto, su quello dell’autorevolezza politica come soggetto forte e unitario negli equilibri mondiali.”
“Se l’Europa avrà la volontà di reagire lo spazio di rigenerazione e di recupero del nostro continente è evidente a tutti. L’Europa può essere ancora il catalizzatore di una stagione di pace e di sviluppo mondiale, non solo per le energie ideali e storiche che possiede ma anche per la sua collocazione geo-politica. Forse non è un caso che sia l’obiettivo principale delle forze terroristiche di questo ultimo periodo.”
Le ACLI sono preoccupate, in particolare, per la situazione politica e per l’efficacia delle istituzioni nel reagire alla crisi sociale. “La questione vera” - si continua a leggere nella relazione - “è che non c’è un riformismo efficace senza partecipazione, senza che le idee e le innovazioni che la politica propone siano capaci di diventare un patrimonio comune capace di essere sostenute dalle persone che le dovrebbero assumere.
Non c’è un cambiamento possibile senza un nuovo rapporto tra Politica e Società e senza una cultura politica nuova, capace di dare alla Democrazia del nostro Paese nuovi strumenti di partecipazione e di protagonismo delle persone.”
A queste sollecitazioni ha reagito per primo il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino che ha ribadito la disponibilità della Regione a lavorare con le ACLI sulle priorità individuate dalla relazione e in particolare sul tema della della lotta alla povertà e del lavoro.
Tra gli altri sono intervenuti anche il Viceministro all’Agricoltura Andrea Olivero, il Segretario Generale della CISL Alessio Ferraris e il sindaco Federico Borgna.
Il Congresso è stato anche accompagnato dalla Messa per i delegati officiata dal Vescovo di Cuneo Mons. Piero Delbosco e dal Direttore della Pastorale Sociale e del Lavoro Piemontese don Flavio Luciano. Le conclusioni sono state di Stefano Tassinari della Presidenza Nazionale ACLI.
In chiusura del congresso sono stati eletti i 16 componenti del nuovo Consiglio regionale Acli Piemonte.
Il più votato è stato il Presidente in carica, Massimo Tarasco (Torino) con 42.000 voti seguito da Mario Tretola (Cuneo) 37.200 e Mara Ardizio (Novara) 34.600.

Risultano eletti anche: Luca Sogno (Vercelli), Gilberto Rollino (Biella), Marina Bisio (Alessandria), Elio Lingua (Cuneo), Roberto Genta (Asti), Roberto Santoro (Torino), Liliana Magliano (Torino), Claudio Ferrato (Vco), Raffaella Dispenza (Torino), Paolo Giordano (Cuneo), Maria Luisa Martello (Cuneo), Giovanna Martini (Cuneo) e Carmelina Nicola (Torino).

Tra una decina di giorni il Consiglio si riunirà per eleggere il nuovo Presidente. Candidato unico per il secondo mandato è lo stesso Massimo Tarasco.

Torino 18 Aprile 2016

In allegato la Relazione Congressuale e la rassegna stampa