Torino
Torino
12 Maggio 11.30
POTERE E COLLEGIALITÀ: Il 12 Maggio Marcelo Barros a Torino
img
 LE ACLI PROVINCIALI DI TORINO, LA PASTORALE SOCIALE E DEL LAVORO DELLA DIOCESI DI TORINO E SOLIDARIETÀ PER IL GUATEMALA ONLUS VI INVITANO ALL’INCONTRO: "POTERE E COLLEGIALITÀ: per una partecipazione generativa orientata alla giustizia" il 12 maggio 2016 ore 18.00
Per svolgere in modo generativo la nostra funzione di associazione di promozione sociale, di agente di coinvolgimento e partecipazione sociale, occorre un modello di gestione del potere ispirata a una logica di servizio e non di dominio. Una concezione di “potere collegiale” come strumento per costruire dal basso una società più giusta, in cui le diversità siano accolte e non respinte, in cui il dialogo e lo scambio avvengano in una logica di apertura e confronto.
Ne parleremo con Marcelo BARROS uno dei maggiori biblisti e teologi dell’America Latina, membro della Commissione teologica dell’Associazione Ecumenica dei Teologi del Terzo Mondo (ASETT) presso il FolkClub in via Perrone 3 bis – Torino con l’intervento musicale di Miguel Acosta portavoce della musica popolare latino americana a Torino
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

PER CONTATTI E INFORMAZIONI: 011/5712811 – torino@acli.it
Torino
13 Maggio 2015
A Carignano l'incontro “Fratellanza e dialogo. Un passo oltre, per vivere la dimensione universale”
img
Si terrà Giovedì 4 giugno alle ore 20.45, presso il Teatro Alfieri di Carignano l'incontro “Fratellanza e dialogo. Un passo oltre, per vivere la dimensione universale”, organizzata per giovedì 4 giugno alle ore 20.45, presso il Teatro Alfieri di Carignano.
Promossa dall’associazione parrocchiale di Carignano dell’Azione Cattolica insieme alla Parrocchia SS Giovanni Battista e Remigio di Carignano, in collaborazione con il Circolo Acli di Carignano, l’incontro nasce dal desiderio di promuovere la conoscenza degli spazi, delle realtà di convivenza e di annuncio del Vangelo in culture extraeuropee e il riconoscimento reciproco tra credenti che non fanno parte della Chiesa Cattolica. Si tratta di un piccolo tentativo di rispondere all’invito ad alimentare e rafforzare il “dialogo sociale come contributo della pace” (Evangelii Gaudium), tra i popoli, le società, le culture, i credenti sollecitato da papa Francesco.

In gestione allegati il volantino.
Torino
19 Mar 2015
VERSO UTOPICA…ALL’ASCOLTO DEI POVERI CHE FANNO LA STORIA CON con Aleida GUEVARA
img
VERSO UTOPICA…
Con la testimonianza di Aleida Guevara, impegnata a Cuba e in America Latina in molti progetti di sviluppo, affronteremo il tema della povertà globale e di come la giustizia si possa costruire attraverso la partecipazione attiva delle comunità.

“Se tremi per l’indignazione davanti alle ingiustizie, allora sei mio fratello”
(Ernesto Che Guevara)

19 marzo 2015 - ore 18.00
ALL’ASCOLTO DEI POVERI CHE FANNO LA STORIA
La fraternità, fondamento per realizzare la giustizia

con Aleida GUEVARA
presso il FolkClub in via Perrone 3 bis – Torino
con l’intervento musicale di Miguel Acosta
da quasi trent’anni portavoce della musica popolare latino americana a Torino
Al termine dell’incontro è previsto l’aperitivo

- Ingresso libero fino ad esaurimento posti -

PER CONTATTI E INFORMAZIONI: 011.5712811 – torino@acli.it

PROMOSSO DA: 5x1000 alle Acli, Folk Club, Acli Torino, Solidarietà per il Guatemala Onlus, ARCI Piemonte
IN COLLABORAZIONE CON I CIRCOLI ACLI: Torino Centro, Achille Grandi, Centro di Cultura Popolare, Nucleo Colf Torino Centro, Prossime Distanze, Sportento, Arcobaleno Onlus.
CON IL SUPPORTO DI: Rete Radié Resch
Torino
19 Nov 2014
“I colori del riscatto”: Seminario in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
img
In allegato trovate il programma del seminario pubblico “I colori del riscatto”, previsto in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e realizzato nell’ambito del Progetto Futura, finanziato dalla Regione Piemonte (Bando Regionale approvato con D.D. n. 803 del 27/12/2011 “Interventi finalizzati all’inclusione socio lavorativa delle vittime di violenza, grave sfruttamento sessuale e
tratta 2011-2013”) e promosso da EnAIP Piemonte, con il patrocinio della Circoscrizione 1 di Torino e la collaborazione di Acli Torino e Acli Piemonte.
Il seminario si svolgerà il prossimo 25 novembre 2014
dalle 10,00 alle 13,00
nei locali della Circoscrizione 1 – Centro Crocetta
in Via Bertolotti, 10 – Torino
Interverranno:
Massimo Guerrini Presidente della Circoscrizione 1
Ilaria Miglio Responsabile Comunicazione EnAIP Piemonte - I laboratori creativi
Gabriella Boeri Consigliera di Parità Provincia di Torino - La rete istituzionale territoriale come risorsa contro la violenza
Paola Merlino Esperta di pari opportunità - Quali percorsi per il cambiamento?
Natascia de Matteis Centro Studi Documentazione Pensiero Femminile - L’importanza della formazione per la prevenzione e il progetto ASIIR
Massimo Tarasco Presidente Acli Piemonte - Cosa possono fare associazioni e servizi del terzo settore?
Graziella Panetto Funzionaria del Settore Promozione e Sviluppo dell’imprenditorialità, della cooperazione e delle pari opportunità per tutti - Direzione Istruzione, formazione professionale e lavoro della Regione Piemonte - “Modello Piemonte” per i percorsi di uscita dalla violenza
Raffaella Dispenza Vicepresidente Acli Torino - L’associazionismo come risorsa per la crescita di una cultura contro la violenza tra i giovani
Conclusioni di Ivana Pelloso Coordinatrice della 1^ Commissione Circoscrizione 1 della Città di Torino
Introduce e modera Luca Sogno Presidente En.A.I.P. Piemonte

In Gestione allegati il depliant
Torino
04 Nov 2014
TAGLIO AI PATRONATI: TUTELA GRATUITA A RISCHIO PER MIGLIAIA DI PERSONE
img
 RETE DEI PATRONATI CE-PA ACLI - INAS - INCA - ITAL TORINO

129 dipendenti, 77 uffici a Torino e provincia (21 in città, 56 in provincia, prima cintura e valli), 900 ore alla settimana di apertura al pubblico.

Assistenza e tutela sociale a tutti i cittadini italiani e stranieri su 92 tipologie di servizi che abbracciano tutto l’arco della vita, dalla maternità anticipata ai ratei di pensione post-mortem e che in particolare consentono di accompagnare le persone nei momenti più difficili della propria vita, per situazioni legate al lavoro, alla salute, alla malattia, alla famiglia, garantendo di vedere realizzati in concreto i propri diritti.

Nel 2013 sono state attivate circa 250.000 istanze di tutela nei confronti INPS – INAIL – INPDAP – MINISTERO DEGLI INTERNI riguardanti: sostegno al reddito, immigrazione, socio-assistenziale, previdenza, danni da lavoro, assistenza giudiziaria e medico legale.

Delle circa 250.000 istanze inoltrate agli enti, solo il 20% è finanziato dal Fondo patronati, mentre il restante 80% non lo è, pur mantenendo l’obbligo di gratuità del servizio da parte del patronato.


COSA IMPONE LA LEGGE DI STABILITA' 2015 (art. 26, comma 10)

• La riduzione di circa il 35% delle risorse destinate al finanziamento dei patronati in base alla legge 152/2001 e diminuzione di 150 milioni di euro del Fondo patronati per le attività svolte nel 2014.

• La riduzione dal 80% al 45% delle anticipazioni finanziarie annuali e l’abbattimento dell’aliquota dallo 0,226% allo 0,148%. Il Fondo viene alimentato dai versamenti di 21 milioni di lavoratori e offre servizi a 51 milioni di cittadini, configurandosi come un servizio universale gratuito rivolto alla persona, per la comunità, in un’ottica di solidarietà redistributiva.

La crisi, il cambio normativo in materia previdenziale, l’obbligatorietà del canale telematico a favore degli enti e la contrazione dell’organico degli Istituti previdenziali, con conseguente chiusura degli sportelli, ha fatto sì che nella nostra provincia la percentuale di pratiche finanziate dal Fondo patronati sia diminuita, arrivando al 20% rispetto al 30% della media nazionale.

La rete dei nostri patronati ha portato un risparmio annuo accertato a favore dello Stato di circa 657 milioni di euro a livello nazionale. Il taglio di 150 milioni di euro avrà un forte impatto sulle finanze pubbliche e conseguenze gravi per cittadini ed enti previdenziali.


DEVE ESSERCI LA CONSAPEVOLEZZA CHE QUESTA ENTITA’ DI TAGLI E’ UNA CATASTROFE

Un taglio di questa entità non permette nessuna riorganizzazione dei patronati, salvo drastiche riduzioni di personale.

NON POSSIAMO ACCETTARE QUESTO TAGLIO PESANTISSIMO.

CI STIAMO ORGANIZZANDO IN MODO CHE TUTTA LA POPOLAZIONE SIA SENSIBILIZZATA
E SAPPIA CHE COSA PUÒ SUCCEDERE DAL 1° GENNAIO 2015.

Faremo in modo che anche tutte le istituzioni, da quelle locali a quelle nazionali, gli enti previdenziali, le forze politiche e chi dovrà votare questa legge in via definitiva sappiano della grande responsabilità che si assumono e della grave conseguenza che questo atto può determinare.

Per questo i patronati, congiuntamente alle confederazioni sindacali e alle associazioni promotrici, saranno impegnati nelle prossime settimane in una campagna di comunicazione e mobilitazione per illustrare ai cittadini il valore sociale dei patronati, sia a livello locale che nazionale.


ACLI – INAS – INCA – ITAL

Torino, ottobre 2014
Torino
04 Set 2014
Seminario: “I CAFFÈ ALZHEIMER SI PARLANO. LA RICCHEZZA DELL’ESPERIENZA”
img
10 settembre 2014 ore 8,30-17 Presso l’Alzheimer Caffè Spazio Polivalente ‘Il Barrito’, via Tepice 23/c

Il seminario è promosso dalle ACLI Provinciali di Torino e organizzato dalla Bottega del Possibile e si terrà presso l’Alzheimer Caffè che le ACLI insieme alla Cooperativa Solidarietà e alla Cooperativa Lancillotto hanno realizzato e gestiscono dall’inizio del 2013.
L’Alzheimer caffè è un luogo di incontro periodico e strutturato che da un lato offre servizi e assistenza alle persone affette dalla patologia e dall'altro promuove una rete di mutuo-aiuto tra le famiglie, affinché l'iter della patologia non venga gestito in solitudine, ma affrontato attraverso la condivisione e la collaborazione. Concretamente, si tratta di uno spazio in cui le famiglie che hanno parenti affetti dall'Alzheimer possono recarsi settimanalmente, secondo un calendario prestabilito, per momenti di informazione, formazione, confronto e condivisione con altre famiglie che vivono una situazione simile, alla presenza di operatori, specialisti, volontari e operatori.

Il seminario richiede l’iscrizione e il versamento di una quota di partecipazione che comprende il buffet della pausa pranzo. L’iscrizione potrà essere effettuata direttamente presso la Bottega del possibile telefonando al n° 0121-953377 o scrivendo all’indirizzo mail segreteria@bottegadelpossibile.it


PROGRAMMA

ore 8,30 Accoglienza

ore 9 PERCHÉ QUESTO SEMINARIO
Mariena Scassellati Sforzolini, Presidente
dell’Associazione di Promozione Sociale “La Bottega del Possibile”

ore 9,30 GLI INCONTRI AL CAFFÈ
PERCHÉ INCONTRARSI CON PROSPETTIVE E SPERANZE DI BENEFICIO PER LE PERSONE E LE FAMIGLIE
Ilaria Maccalli, psicologa, psicoterapeuta, Responsabile Servizi
Psicosociali di AIMA Milano, onlus

ore 10,30 Intervallo

ore 10,45 I CAFFÈ SI RACCONTANO: CHI SONO, COME SONO NATI, PERCHÉ

· TREVISO LA RETE DEI CAFFÈ - ISRAA
· TORINO “ALZHEIMER CAFFÈ” DI VIA TEPICE – ACLI TORINO, COOP. SOC. SOLIDARIETÀ E COOP. SOC. LANCILLOTTO
· PINEROLO ARC EN CIEL ALZHEIMER CAFÈ - DIACONIA VALDESE TORRE PELLICE
· MILANO NON DIMENTICARE DI SORRIDERE - AIMA
· NOVARA ALZHEIMER CAFFÈ - A.M.A.

ore 12,30 Domande

ore 13 Pausa per buffet

ore 14 Ripresa dei lavori
INTERROGHIAMO I CAFFÈ - I CAFFÈ RISPONDONO
Interroga Ilaria Maccalli

ore 16 PERCHÉ APRIRE NUOVI LUOGHI DI INCONTRO
Salvatore Rao, Vicepresidente de “La Bottega del Possibile”
Torino
04 Lug 2014
LIBERI DI POTERE, LIBERI DAL POTERE VI Corso Estivo Interassociativo
img
Anche quest'anno le ACLI di Torino, insieme a GIOC, CISV, Azione Cattolica e ABITARE LA TERRA & CENTRO STUDI BRUNO LONGO, Agesci e Maic organizzano dall’11 al 13 luglio 2014 a Pracatinat (TO) il VI Corso Estivo Interassociativo dal titolo " LIBERI DI POTERE, LIBERI DAL POTERE Istituzioni, famiglie, lavori, spiritualità, associazioni".
Da alcuni anni le associazioni promotrici di questi corsi hanno deciso di condividere spazi e tempi di riflessione e di elaborazione comuni, convinti che la complessità dei temi che li sollecitano a pensare non consente loro di bastare a se stessi. La compresenza di sguardi differenti, frutto di storie diverse, di ambiti e azioni molteplici, diviene pertanto un strumento indispensabile per tentare di comprendere il mondo che ci circonda azzardando ipotesi di cambiamento. Questi corsi interassociativi, si rivolgono anche a tutti i giovani e adulti, che desiderano condividere un esperienza di riflessione comunitaria in un clima di serena convivialità, nella ricerca faticosa e plurale della verità.
IL TEMA
Del potere abbiamo immediatamente una percezione negativa: si dice infatti che esso logora, corrompe, violenta, domina; ma lo si potrebbe intendere in un’accezione positiva come ciò che permette la diversità di esperienze, la discontinuità rispetto al tempo passato, la possibilità di non essere prigionieri di alcun ambiente e di alcuna tradizione. In entrambi i casi il tema del potere rimanda a quello dell’Autorità e questi, a sua volta, alla Verità. Infatti, là dove non si ha più una verità da fare e da dire, non restano altro che luoghi e ruoli da difendere, impedendo per ciò stesso ogni cammino di rinnovamento e di inedite possibilità. Le istituzioni civili ed ecclesiali, le nostre associazioni, le famiglie, gli ambiti di lavoro, la stessa nostra spiritualità non sono esenti da questo pericolo e da questa dialettica.
Nei corsi interassociativi di quest’anno vorremmo dare il nostro piccolo contributo al dibattito, continuando il percorso di condivisione e riflessione comune avviato in questi anni, nella speranza di trovare insieme, non risposte definitive, ma ipotesi di lavoro su cui fondare (ri-fondare) il nostro desiderio di essere attori e non spettatori della vita che siamo chiamati a vivere.

In gestione allegati il programma

Torino
13 Nov 2013
"DIRITTI E COSTITUZIONE AL CENTRO PER SCONFIGGERE LA POVERTÀ"
img
LUIGI CIOTTI e MARCELO BARROS

Modera: Giuseppe De Marzo

Nell'ambito della campagna del Gruppo Abele e di Libera

"Miseria Ladra"

LUNEDÌ 18 NOVEMBRE

Ore 21.00 - Corso Trapani 91/B - Gruppo Abele, Fabbrica delle "e"
Torino
19 Set 2013
Utopica, Democratica e Popolare Lunedì 30 Settembre dibattito con Kyenge, Bottalico e Santoro
img
 
Torino
21 Giu 2013
Le ACLI con i movimenti di base, al presidio per i Livelli Essenziali di Assistenza
img
 Le ACLI con i movimenti di base, al presidio del Consiglio regionale promosso per martedì 25 giugno
per esigere il rispetto del diritto ai Livelli Essenziali di Assistenza previsti per i cittadini anziani non autosufficienti.

Le ACLI torinesi aderiscono convinte al presidio promosso dal Coordinamento Sanità e Assistenza tra i movimenti di base per martedì 25 giugno alle10,30 davanti al Consiglio regionale del Piemonte in via Alfieri 15 e invitano i propri aderenti a prenderne parte.
Le ACLI con l’occasione ribadiscono ancora una volta la necessità di affermare anche in Piemonte il rispetto delle Leggi che riconosco ai cittadini il diritto ad usufruire dei Livelli Essenziali di Assistenza socio-sanitaria previsti dallo stato e ribaditi da diverse sentenze.
Sicuramente la crisi non aiuta, ma le risorse piemontesi esistenti vanno investite con particolare attenzione e priorità, verso quanti incontrano maggiori difficoltà a vivere a partire dagli anziani non autosufficienti senza continuare a scaricare illegalmente sulle famiglie già tartassate da tasse e balzelli, il totale gravoso onere della loro assistenza.
Torino, 11 giugno 2013
La Presidenza provinciale delle ACLI di Torino
 Notizie successive >>